Siena-Reggina: Sala stampa live. Foti: “Vogliamo dimostrare la nostra serietà”

Lillo Foti
Lillo Foti

Dichiarazioni post partita dei protagonisti di Siena-Reggina. Ai microfoni della stamp I due tecnici, Beretta e Gagliardi, e il presidente della Reggina Lillo Foti.

Lillo Foti: “La partita è stata risolta con tre tiri da trenta metri. Cose che fanno bene al calcio. La Reggina ha dimostrato di avere giovani di buone prospettive. Abbiamo bisogno di mettere in evidenza le qualità dei nostri giovani. Ce n’è qualcuno che merita attenzioni da parte dei grandi club. Il Siena è una buona squadra, glielo auguro ma non credo che potrà rientrare nella lotta playoff. Noi non siamo venuti a timbrare il cartellino, ma a fare la nostra partita. Non dimenticherò mai quando nel 1991 la cessione dei giovani ha permesso alla Reggina di mantenere la categoria e ripartire. Servirebbe guardare alla Reggina con maggiore simpatia. Sono contento per Dall’Oglio, che fino allo scorso anno giocava in Lega Pro. Dal punto di vista economico vogliamo rimettere tutto in regola per dimostrare anche la nostra serietà. La Reggina sta soffrendo perché tutto il calcio sta soffrendo”.

Beretta: “Noi stiamo soffrendo. Ma oggi abbiamo fatto una buona partite e abbiamo vinto. Chi mette dubbi sull’operato di questa squadra non capisce niente. Tutti possono dire la loro, ma chi parla a vanvera non capisce nulla”.

Franco Gagliardi: “Noi quando prepariamo la partitan o pensiamo alla classifica, ma lo facciamo per valorizzare il nostro parco giocatori. Col coraggio di Gagliardi e Zanin, anche Foti troverà il coraggio di imporre quello che Zanin e Gagliardi gli mettono nel piatto in maniera facile. Il campionato è finito, ma mettere in evidenza giocatori come Coppolaro, Bochniewicz, Perrone, Di Lorenzo sta a dimostrare che la Reggina può partire da queste situazioni che hanno ricevuto tanti applausi da parte degli addetti ai lavori. Sono contento per Dall’Oglio. Il gol incoraggia anche a comportarsi meglio. Voglio che il presidente che ha in mano una struttura importante possa lavorare al meglio. Io credo che non non tocchi a me parlare di cosa deve fare la Reggina, dal punto di vista economico. Io devo fare i complimenti al presidente per come trova il tempo e il modo per incoraggiarci e darci fiducia. Da questa partita il presidente troverà il coraggio di imporre i giovani della sua struttura, valutando anche meglio quello che ha fuori dalle mura del S. Agata, per dare alla città quello che vuole, è cioè subito il ritorno della squadra nel calcio che conta”.

Fonte Radio Touring