Reggina, ancora una sconfitta e ancora un’espulsione

Di Alessandro Crupi – Quarta, pesantissima sconfitta consecutiva della Reggina in casa del Monza accompagnata da due costanti negative che si ripetono: l’espulsione e l’infortunio. La prima, questa volta ai danni Di Folorunsho e la seconda che ha visto protagonista il difensore Rossi mentre contro il Pisa la mannaia era caduta addosso alla gamba di Ménez. Terza partita su quattro conclusa in inferiorità numerica e nuovo ritorno a testa bassa a Reggio Calabria in un contesto che sta diventando sempre più nero, preoccupante e con spinte depressive per tutto l’ambiente amaranto, che purtroppo si sta abituando a prendere stangate ogni settimana.

A corollario di tutto ciò, l’1-0 finale per il Monza è maturato ancora al termine di una gara in cui ci si domanda come sia stato possibile soccombere dopo un buon primo tempo. Le premesse erano ottime ad inizio ripresa per far bene anche oggi ma poi è arrivato il cartellino rosso per Folorunsho, piuttosto ingenuo ad intervenire duro a gamba tesa sull’avversario considerando che era già stato ammonito. Puntuale come un orologio è poi arrivata la rete dei lombardi e la Reggina avrebbe potuto subire anche il 2-0 se Plizzari non avesse parato a Boateng un rigore molto dubbio. Se contro Spal e Pisa l’arbitro di turno aveva un po’ esagerato nel tirare fuori il cartellino, stavolta non gli si può dire nulla sul provvedimento preso contro Folorunsho. In dieci contro undici la squadra non è però ripiegata troppo come domenica scorsa.

Ha cercato ugualmente la via del goal (tanto non c’era più nulla da perdere) reagendo alla situazione di emergenza. Toscano ha inserito Denis al posto di Lafferty spingendosi anche ulteriormente in avanti con l’ingresso di Rivas. Qualche buona opportunità ma nessun tiro in porta vero e proprio e, così, la Reggina scende sempre più in basso. Pericolosamente, mestamente e dopo l’ennesimo match dai diversi elementi in comune con gli ultimi disputati e persi. Non è mancata la grinta agli uomini di Toscano ma perdere di continuo ammazza il morale.

Il tabellino dell’incontro:

MONZA (4-3-1-2): Lamanna, Donati, Bellusci, Paletta, Carlos Augusto, Frattesi, Barberis (58′ Fossati), D’Errico (58′ Barillà), Boateng (78′ Colpani), Gytkaer (58′ Maric), Mota Carvalho. A disposizione: Di Gregorio, Bettella, Scaglia, Armellino, Sampirisi, Lepore, Marin, Machin. Allenatore: Brocchi

REGGINA (3-5-2): Plizzari, Delprato, Cionek, Rossi (21′ Stavropoulos), Situm (80′ Rivas), Bianchi, De Rose, Folorunsho, Di Chiara, Bellomo, Lafferty (58′ Denis). A disposizione: Farroni, Guarna, Gasparetto, Liotti, Loiacono, Peli, Marcucci, Mastour. Allenatore: Toscano

Arbitro: Ivan Robilotta di Sala Consilina – Assistenti: Daisuke Emanuele Yoshikawa di Roma 1 e Francesco Di Monte di Chieti – Quarto Uomo: Lorenzo Illuzzi di Molfetta

Marcatori: 54′ Mota Carvalho

Ammoniti: Gytkaer (M), Boateng (M), Folorunsho (R), Barberis (M), Plizzari (R), Bellusci (M), Delprato (R)
Espluso: Folorunsho (R)
Calci d’angolo: 8-2
Recupero: 3′ pt; 4′ st

2 pensieri su “Reggina, ancora una sconfitta e ancora un’espulsione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *