Le pagelle di Chievo Verona-Reggina

Di Alessandro Crupi – In una serata deprimente che sancisce una preoccupante involuzione rispetto alla gara contro il Brescia, i soli a brillare sono il portiere Plizzari e Di Chiara. Il primo salva la porta amaranto da un passivo più pesante, il secondo è l’unico a creare grattacapi al Chievo.

Plizzari 7: con Di Chiara indiscutibilmente il migliore in campo questa volta. Salva la porta amaranto da almeno altri due goal ed è sempre attento.

Loiacono 5: non si salva neppure lui dall’inconsistenza palpabile che caratterizza il reparto difensivo amaranto. Dal 69′ Vasic 5: spara alto un pallone che era più facile sbagliare che mettere dentro.

Cionek 4,5: Non ne prende una di testa sulla mitragliata di cross del Chievo ed è praticamente nullo in marcatura.

Delprato 4,5: molto male anche lui. Sovrastato in fisicità e stacco in difesa. Poca roba quando si spinge.

Rolando 5: un rientro alla camomilla per il forte esterno amaranto, avulso dal gioco nel primo tempo e poco incisivo nel secondo.

Bianchi 4,5: errori su errori, spesso sui fondamentali per il centrocampista della Reggina, irriconoscibile rispetto alla scorsa stagione. Dal 46′ Folorunsho 5,5: si dà molto da fare a tutto campo e corre molto. Meglio di tanti altri stasera.

De Rose 5: è l’unico a garantire un minimo di protezione ma anche lui si fa infinocchiare spesso dalla velocità dei veneti.

Crisetig 5: sta giocando l’ombra del centrocampista ordinato, tecnico, rapido nei movimenti e dalla buona visione di gioco delle prime partite.

Di Chiara 7: il migliore in campo assieme a Plizzari. Non sbaglia un suggerimento, rapido nel pensiero e nelle gambe e da lui partono le azioni amaranto più insidiose. Dal 61′ Liotti 5,5: entra in un momento difficile e cerca di fare il suo ma con risultati poco convincenti.

Bellomo 5: stasera non in giornata il fantasista della Reggina, così come buona parte della squadra. Molti errori e nessun lampo illuminante. Dal 46′ Lafferty 5,5: sfortunato nella spizzata di piede al 53′ ma poi quasi il nulla.

Rivas 5: si divora un’occasione d’oro nel primo tempo agendo da prima punta. Nel secondo si sposta sulla fascia con l’ingresso di Lafferty ma nessuno se ne accorge. Dall’81’ Mastour S.V.

2 pensieri su “Le pagelle di Chievo Verona-Reggina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *