Reggina-Bonazzoli, è rescissione consensuale…

Emiliano Bonazzoli

In tanti, fino all’ultimo, avevamo sperato in un esito diverso. Invece no, le strade della Reggina Calcio e di Emiliano Bonazzoli si dividono, questa volta per sempre.

Da quel che sappiamo, in attesa che il tutto venga confermato da un comunicato ufficiale da parte della società, il presidente Foti ed Emiliano Bonazzoli, nella giornata odierna, si sono parlati per l’ennesima volta, giungendo ad un accordo che prevede la rescissione consensuale del contratto. Ovviamente, se questa notizia verrà confermata, la Reggina si libera di un ingaggio molto pesante (circa 750mila euro all’anno fino al giugno 2014), ma comunque dovrà dare una corposa buona uscita al calciatore, il quale, così facendo, da gennaio potrà già iniziare ad indossare la casacca di un’altra squadra. Oggi, per tutto il popolo amaranto, è un giorno triste. La Reggina, infatti, perde una bandiera, un capitano che ha contribuito in maniera notevole ai successi del club. Noi di InAmaranto.it, nel porgere al calciatore gli auguri per un ancora ricco futuro professionale, non possiamo che comprendere al meglio quella che oggi è la tristezza del tifoso reggino alla quale sentiamo di unirci.

Un pensiero su “Reggina-Bonazzoli, è rescissione consensuale…

  1. Conoscendo personalmente Emiliano, deduco che la corda è stata tirata troppo e si è spezzata, è vero che lui è stato pagato anche se durante una stagione fra infortuni e altro non ha reso come doveva rendere ma è anche vero che ha accettato di spalmare il suo ingaggio per ben 2 volte, guadagnandosi i suoi soldi onestamente. Ricordandoci anche che, se non era per lui chi sa dov’eravamo a quest’ora. Un abbraccio a chi ancora ama la maglia.

I commenti sono chiusi.