Reggina, prima si penserà alle cessioni

Il presidente Foti

Prima vendere, poi comprare. E’ questo l’imperativo categorico in casa Reggina. Come ormai accade da un po’ di tempo, anche questa sessione invernale del calciomercato sarà molto complicata, non solo per la società di via delle Industrie ma per tutte le società, anche quelle della massima serie. Di soldi, in giro, ce ne sono pochi. Si punta più che altro sugli scambi e sui prestiti secchi di giovani al fine di valorizzarli.

Da Reggio, con molta probabilità, il primo a fare le valigie sarà Fabio Ceravolo, il quale dovrebbe/potrebbe approdare al Genoa in Serie A. Quella di Ceravolo, tuttavia, non sarà l’unica cessione in casa Reggina. Freddi e Sarno hanno pure il contratto in scadenza il 30 giugno, dunque, o trovano un accordo con il club per il rinnovo oppure anche loro due potrebbero partire in questo mese. Inoltre, ci sono i centrocampisti Castiglia e Rizzo che godono di interessanti richieste, il primo in Lega Pro (Catanzaro e Avellino) mentre il secondo sia in Serie A che tra i cadetti. In caso di arrivo di una buona offerta, sicuramente entrambi potrebbero accasarsi altrove.

Per quanto riguarda i movimenti in entrata, invece, essi avverranno solo dopo aver ceduto. La Reggina ha un accordo di massima con il Milan per il prestito di sei mesi del giovane trequartista Valoti, il quale in Calabria ritroverebbe pure Comi ed Ely. La Reggina segue con interesse, sempre dal Milan, anche i giovani Carmona e Ganz, anche se l’arrivo di entrambi, oltre Valoti, appare piuttosto difficile. Dal Catania, invece, potrebbe arrivare in prestito il giovane attaccante Doukara, mentre per il centrocampo, reparto che necessiterebbe di un intervento con almeno un elemento di qualità, non è da escludere che il Presidente Foti vada ad ingaggiare un regista in Lega Pro.

Il mercato è iniziato solo oggi, ma siamo certi, fino a fine mese ne vedremo e sentiremo delle belle…