Reggina, contro il Cittadella non puoi sbagliare. La vittoria manca da più di un mese…

Sarno dovrebbe partire titolare contro il Cittadella…

Dopo l’eliminazione dalla Tim Cup ad opera del più forte e blasonato Milan, la Reggina di mister Dionigi tornerà in campo lunedì sera alle ore 19:00 al Granillo di Reggio Calabria contro il Cittadella di mister Foscarini, per la 19esima Giornata del campionato Serie bwin.

Contro i veneti, gli amaranto non possono fallire l’appuntamento con la vittoria, la quale manca da più di un mese. Infatti, l’ultima vittoria dei calabresi è arrivata il 12 novembre a Bari. Dopo quel successo in Puglia, i ragazzi di Dionigi hanno conosciuto soltanto il segno X e la sconfitta.

La classifica degli amaranto è sempre preoccupante. In 18 gare disputate, i punti totalizzati sono 16 (sarebbero 19 senza la penalizzazione iniziale), e soltanto la differenza reti, ad oggi, impedirebbe alla Reggina di disputare il playout contro il Lanciano, lasciando questo onere al Cesena dell’ex Belardi.

Contro gli uomini di Foscarini, sicuramente mister Dionigi tornerà a dare spazio a quelli che considera i “titolarissimi”. Dunque rivedremo in campo dal primo minuto i vari Comi, Sarno, Ceravolo e Melara, i quali, proprio per essere al top lunedì sera, non sono neppure partiti per Milano per la gara di Coppa Italia. A questo importante appuntamento, la Reggina arriva dopo aver conquistato, pur non meritandolo, un importante punto a Brescia in rimonta. Contro il Cittadella, sarà interessante vedere quale atteggiamento tattico sceglierà il tecnico Dionigi, il quale, nelle ultime gare, ha spesso mutato uomini e schemi, passando dal 3-4-1-2 al 3-4-3, per poi proporre il 4-2-3-1 fino a ritornare al solito 3-5-2 o se preferite 5-3-2. In casa Reggina, inutile negarlo, regna un po’ di confusione a livello tattico. Questo è un male, dato che il cambiare continuamente uomini e schema fa si che la quadratura del cerchio non venga praticamente mai trovata. Questa squadra non ha grandissimi calciatori di qualità, quei pochi che ci sono (Ceravolo, Comi, Sarno e Barillà), sarebbe buono tenerli sempre in campo.

Mister Foscarini, invece, arriva al Granillo dopo aver perso per 0-1 in casa contro il Varese di Castori. I veneti, sicuramente verranno in Calabria con l’intenzione di rialzare subito la testa. La squadra granata è a ridosso della zona playoff a quota 25 punti. Un successo darebbe nuovo slancio al campionato di questa squadra che ogni anno dimostra di meritare ampiamente la categoria nella quale ormai milita da diversi anni. Foscarini, che è definito il Wenger di Cittadella, solitamente si affida al modulo 4-3-3 e quest’anno può contare su un Niccolò Giannetti che sta dimostrando grande dimestichezza con il goal. I veneti giocano bene a calcio ed hanno dalla loro il vantaggio di essere un gruppo collaudato che ogni anno cambia poco.

Al Granillo si prevede dunque una bella partita. Tra Reggina e Cittadella la spunterà chi durante i 90 minuti ci metterà più grinta e determinazione. La Reggina non può assolutamente permettersi un passo falso, sarebbe un dramma non solo per la classifica ma soprattutto per il morale di una squadra giovane che fa fatica a trovare la continuità di risultati.