Auguri di Buon 2013

Tutta la Redazione di InAmaranto.it, invia ai propri lettori l’augurio che il nuovo anno sia come ognuno lo desidera. Che ognuno riesca a realizzare i propri sogni, a raggiungere i propri obbiettivi e a trascorrere un felice 2013.

Il 2012 è stato un anno difficile in tutti i sensi, dal punto di vista economico, politico, e, per noi tifosi della Reggina in particolare, avaro di soddisfazioni sportive.

L’anno è cominciato con l’introduzione di nuove tasse dal neonato governo tecnico di Mario Monti, e non è proseguito meglio, per noi Reggini, intrappolati dallo scioglimento del comune e dal buco enorme nel bilancio dello stesso. Quindi il passaggio di anno non può che essere beneaugurante per un’uscita dalla crisi in cui ci troviamo, anche se i segnali non sono molto confortanti.

Dal punto di vista sportivo, l’anno è cominciato con il deludente campionato della Reggina che, nonostante le aspettative, ha concluso la scorsa stagione al centro della classifica, ma ben lontana dalla zona play-off. Il presidente Foti, ha allestito, in agosto, una squadra che nelle intenzioni avrebbe dovuto compiere un campionato tranquillo e ha ingaggiato per la panchina amaranto Davide Dionigi, idolo indimenticabile della tifoseria reggina, ma non è riuscito, come aveva fatto altre volte, ad allestire una rosa competitiva per un campionato difficile come la nostra Serie B. La stagione della Reggina piange, dunque, e con gli amaranto piangono tutti i tifosi che ne hanno a cuore le sorti, e la delusione appare evidente leggendo, ogni sabato, il numero degli spettatori che assistono alla partita.

Il 2012 degli amaranto si conclude con una classifica che latita, con la squadra che non riesce ad esprimere quel gioco offensivo a tutto campo che ci si aspettava, vedendo il precedente campionato del mister, e con i tifosi che abbandonano, tra i fischi dell’ultima partita, la squadra.

Dal 2013 ci dovremo aspettare una leggera ripresa dalla crisi, anche perché un altro anno come questo sarebbe difficile da sopportare, e, per quel che riguarda la nostra Reggina, molto sarà proprio il mese di gennaio a dircelo. Le mosse del presidente Foti sono solitamente prudenti e oculate sotto l’aspetto economico, e non potrebbe non essere così, ma appare chiaro che questa squadra necessita di un inserimento per reparto, come più volte ribadito dal mister, e che senza rinforzi concludere la stagione fuori dalla zona play-out sarà molto difficile.

La Reggina comincerà il campionato alla fine di gennaio e dovrà, rinforzi o meno, accelerare il passo e migliorare la verve realizzativa dei propri attaccanti, in questo girone di andata piuttosto avari di gol. Dal canto suo, il pubblico deve aumentare la propria presenza sugli spalti del Granillo, perché è solo con la costante presenza e con il continuo incitamento, che i giocatori riescono a tirar fuori con continuità, l’agonismo, la voglia di vincere e il cuore che sono richiesti a chiunque indossi la maglia amaranto.

Basta accuse, basta ripicche!

In questo 2013 ognuno faccia lealmente la propria parte, e si adoperi per la rinascita calcistica della Reggina, non può che beneficiarne l’intera città, considerando anche l’indotto che uno stadio pieno, ed un campionato ad alti livelli, comporta per le attività commerciali cittadine. La società lavori per il rilancio della squadra dal punto di vista sportivo e dei risultati, mettendo in campo tutte le risorse di cui dispone, umane ed economiche; i calciatori lavorino e si impegnino ancora di più in campo, fino ad uscire, alla fine delle partite, privi di ogni energia residua; il pubblico sostenga la squadra anche nei momenti più difficili, facendo sentire la propria vicinanza ai giocatori. Solo così sarà possibile uscire da una crisi di risultati e, spesso, di gioco che sembra non voler più abbandonare la Reggina.

Noi di InAmaranto.it continueremo a seguire la squadra, la società, la città e il pubblico, facendo da megafono a tutte le notizie che riusciremo a captare, e cercheremo, ogni giorno, di migliorarci umanamente e professionalmente, anche grazie ai continui messaggi di suggerimento e di incitamento che riceviamo dai nostri lettori. A tutti, auguriamo nuovamente che il 2013 sia come ognuno lo desidera.