La Reggina a Lanciano per uno scontro salvezza. A Dionigi andrebbe bene anche il pari…

Il rigore fallito da Fabio Ceravolo all'andata...
Il rigore fallito da Fabio Ceravolo all’andata…

Amaranto di scena al Guido Biondi di Lanciano domani pomeriggio alle ore 15.00. In Abruzzo, i ragazzi di mister Dionigi, sono chiamati a misurarsi contro un avversario ostico e diretta concorrente per la lotta salvezza. In classifica, infatti, gli uomini di Gautieri precedono gli amaranto di una sola lunghezza e domani cercheranno di sfruttare il turno casalingo per distaccare i calabresi.

A Lanciano, mister Dionigi dovrà fare a meno di Bergamelli, Lucioni e Fischnaller, mentre saranno della gara Armellino e Gerardi, il quale in settimana aveva accusato un piccolo problema muscolare. In virtù dell’assenza di Fischnaller, potrebbe essere convocato Sarno, il quale così ritornerebbe nello stadio che lo scorso anno lo ha visto assoluto protagonista con la maglia rossonera. In Abruzzo, sicuramente il tecnico dei calabresi farà un po’ di turnover, dato che poi gli amaranto torneranno in campo martedì sera al Granillo contro lo Spezia di Atzori, prima poi di affrontare sabato il Novara di Aglietti in trasferta. Un vero e proprio tour de force, dal quale la Reggina cercherà di uscire con più punti possibile in modo da allontanarsi dalla zona play-out.

Mister Dionigi, che ieri in conferenza stampa ha affermato che anche un pareggio potrebbe andar bene, dovrebbe nuovamente affidarsi al modulo 3-5-2, con Baiocco tra i pali, difesa a tre composta da Adejo, Ely e Di Bari. Centrocampo a cinque con Antonazzo e Rizzato sugli esterni, mentre in mezzo, oltre a Colucci e Barillà, saranno in tre a giocarsi una maglia per il ruolo di mezzala destra: Armellino, Hetemaj e Bombagi. In attacco, al fianco del confermatissimo Di Michele, dovrebbe agire Comi, con Gerardi pronto poi a subentrare a gara in corsa.

Mister Gautieri, invece, continuerà ad affidarsi al suo 4-3-3 zemaniano. Tra i rossoneri non ci sarà Vastola, espulso sabato scorso a Grosseto. Il Lanciano esprime un calcio piacevole, fatto di scambi rapidi e poca leziosità. Inoltre, dal mercato di gennaio, in Abruzzo è arrivato dal Livorno l’attaccante Piccolo, il quale ha già realizzato ben tre reti in quattro partite. Da temere anche l’attaccante Plasmati, il quale in Serie B ha dimostrato di trovare la via del goal con abbastanza facilità. La Reggina dovrà essere brava a colpire l’avversario con le ripartenze, dato che la squadra di Gautieri, quando attacca, si sbilancia parecchio in avanti.

All’andata, la gara terminò 0-1 per i rossoneri grazie all’eurogoal di Mammarella al 15′ del primo tempo. Domani gli amaranto hanno l’occasione per “vendicare” quella partita che sicuramente non meritavano di perdere, nella quale, Fabio Ceravolo, adesso alla Ternana, fallì pure un calcio di rigore. Dirigerà la gara il signor Dino Tommasi di Bassano del Grappa. Domani, al Guido Biondi, sicuramente non ci si annoierà.