ESCLUSIVA InAmaranto – Aglietti: “Tornerei volentieri a Reggio…”

Alfredo Aglietti

In un momento in cui il problema principale della Reggina sembra essere quello di trovare la via del goal, noi di InAmaranto.it abbiamo ascoltato in ESCLUSIVA ai nostri microfoni, Alfredo Aglietti, bomber indimenticabile in riva allo Stretto ed ex allenatore dell’Empoli.

Mister Aglietti, questa Reggina non va. Quali a suo parere i motivi principali di questo momento negativo?

Seguo sempre la Reggina, quest’anno l’ho vista dal vivo ad Empoli e a Verona. In quelle occasioni la squadra pareggiò ad Empoli e perse immeritatamente a Verona. E’ una squadra molto giovane, un gruppo quasi del tutto nuovo. C’è bisogno di tempo affinché il tutto posso amalgamarsi per il meglio. Credo che la Reggina abbia tutto per superare questo momento di iniziale difficoltà.

A questo organico manca un bomber come lo è stato lei nella metà degli anni 90…

Vero, però la Reggina ha Ceravolo che probabilmente non è un bomber ma sicuramente è un grande attaccante. Ceravolo può dare tanto anche in termini realizzativi. Forse però qualcosina manca anche dietro…

Mister, in estate, prima dell’arrivo di Dionigi, si era fatto anche il suo nome come possibile successore di Roberto Breda sulla panchina della Reggina. C’è stato un contatto?

Qualche voce si, ma un contatto ufficiale vero e proprio no.

Nelle ultime settimane abbiamo visto il suo nome accostato alle panchine del Grosseto prima e della Pro Vercelli poi, società che però alla fine hanno optato per altre scelte. Nel caso di una chiamata della Reggina, lei cosa risponderebbe?

A Reggio tornerei volentieri, ho un ottimo ricordo della città, dei tifosi e della società. Alla Reggina non potrei mai dire di no…