Di Bari, D’Alessandro ed Hetemaj: “Il 3-5-2 è il modulo giusto per questa squadra”

Il finlandese Hetemaj

Tre voci, un coro solo: “Il 3-5-2 è il modulo più adatto per questa squadra”. Questo è il pensiero espresso nelle interviste rilasciate in questi giorni agli organi di informazione da Vito Di Bari, Matteo D’Alessandro e Mehmet Hetemaj.

Ma questo è il reale pensiero dei tre calciatori in questione, oppure è una semplice frase di circostanza? Noi riteniamo che i tre calciatori siano davvero convinti della loro affermazione. Brevemente vi illustriamo, a nostro parere, il perchè…

DI BARI: Conosce molto bene Dionigi e sa che se il mister ha proceduto al cambio di modulo è perchè evidentemente ne è convinto. Inoltre, Di Bari è abituato a giocare nella difesa a 3, dunque per lui o 3-4-3 o 3-5-2 cambia davvero poco, anzi, con il 3-5-2 (che è un 5-3-2 in fase di non possesso), i tre difensori centrali godono dell’ulteriore protezione dei due terzini che scalano sempre sulla linea dei difensori. Inoltre, con questo modulo, i tre centrali impostano di meno l’azione.

D’ALESSANDRO: Per lui il 3-5-2 è garanzia di trovare maggiore spazio. Infatti, per le caratteristiche che ha, D’Alessandro è più votato a difendere che ad attaccare, dunque, in un modulo più difensivo rispetto al 3-4-3 di inizio stagione, sicuramente lui avrà l’opportunità di poter dimostrare di più il suo valore, dato che dovrà badare quasi esclusivamente a difendere.

HETEMAJ: Con il nuovo (sarebbe meglio dire vecchio) modulo, il finlandese, che ha una struttura fisica importante, in assenza di un regista puro di centrocampo, può tranquillamente ricoprire il ruolo di playmaker basso a protezione della difesa. Dunque, un modulo difensivo calza meglio con quelle che sono le caratteristiche del calciatore, il quale, anche in queste prime giornate di campionato, ha chiaramente dimostrato di essere bravo a rubare palloni piuttosto che a costruire l’azione.