Due o tre cose che fanno bene al calcio

La partita disputata contro la Ternana, ha visto pareggiare le due squadre sul campo, ha anche visto due espulsioni e diversi ammoniti, ma il tutto, strano ma vero, in un clima di estrema correttezza da parte di tutti i protagonisti in campo e fuori.

Cominciamo dal principio, prima della gara abbiamo notato che gli immigrati che sono ospitati allo scatolone, palestra adiacente allo stadio Granillo, sono stati fatti accomodare nella tribuna coperta per assistere alla partita, pare su iniziativa della Reggina, che gli ha voluto regalare un paio di ore di svago. Iniziativa certamente meritevole e accolta positivamente da tutti allo stadio Granillo.

Durante la gara poi, all’inizio del secondo tempo,  è apparso in curva SUD, uno striscione di saluto a Mimmo Toscano – Salutiamo Mimmo Toscano, simbolo di un calcio d’altri.. tempi – reggino tecnico della Ternana, ed ex giocatore Amaranto, che poi nelle dichiarazioni del post partita ha voluto ringraziare i tifosi, segnalando (con un pizzico di soddisfazione) però che forse il ricordo non l’ha lasciato come giocatore – essendo stato un calciatore modesto – ma come uomo.

Infine la terza cosa che abbiamo avuto modo di apprezzare, è stato il bel gesto, proprio di Mimmo Toscano, che al termine delle interviste, e prima di uscire dallo stadio, è tornato nella saletta adiacente la sala stampa, a salutare Arnaldo Cambareri, decano dei giornalisti sportivi a Reggio Calabria, il quale, insieme a tanti altri colleghi, ha certamente apprezzato il gesto, che conferma in pieno quello che era stato scritto nello striscione esposto in curva sud. Mimmo Toscano è poi uscito a piedi dallo stadio probabilmente per fermarsi in città.

Dopo la partita contro il Varese, conclusa come sappiamo, questa giornata risolleva il morale della gente di Reggio, che dimostra di saper essere accogliente e calorosa, sia con chi ha dato in passato, che con chi ha perso tutto.