Ex Amaranto: 10 giornate di squalifica a Bonazzoli per insulti razzisti

Dieci giornate per insulti razzisti. Il giudice sportivo ha usato la mano pesante nei confronti di Emiliano Bonazzoli, ex Reggina ed ora attaccante dell’Este, espulso al termine della partita con la Correggese di domenica scorsa per aver offeso l’arbitro Ramy Ibrahim Kamal Jouness, medico di Torino di origini marocchine.

In un primo momento, sembrava che il giocatore avesse detto a voce alta “arbitro di m…”, contrariato per la decisione di fischiare la fine del match durante un’azione offensiva della sua squadra nei minuti di recupero.

La frase, è stata pronunciata a notevole distanza dall’arbitro Ramy, e sarebbe stata riportata dal guardalinee che vi ha aggiunto ulteriori particolari, tra cui gli epiteti a sfondo razzista. Secondo il giudice sportivo, l’ex bomber di Reggina, Fiorentina, Sampdoria e Padova è stato squalificato per dieci giornate “per avere, al termine della gara, rivolto espressioni discriminatorie per ragioni di razza, nazionalità e colore della pelle all’indirizzo del Direttore di gara. Sanzione così determinata ai sensi dell’art.11 commi 1 e 2 del CGS”.

La dirigenza dell’Este sta già pensando di presentare ricorso, contro un maxi stop che, a oggi, costringerebbe il giocatore a guardare i compagni dalla tribuna fino al 7 dicembre.