Gli amaranto steccano in casa – Le pagelle della Reggina

Di seguito le pagelle degli amaranto, sconfitti in casa da un Siracusa troppo forte per questi ragazzi.

Cucchietti 5,5 – Se è incolpevole in occasione della prima rete, lo stesso non si può dire nel contesto della seconda segnatura. Dopo il recupero da centometrista di Di Livio avrebbe potuto intercettare la sfera poi terminata fra i piedi di Bernardo, abile ad insaccare.

Pasqualoni 5,5 –  Uno dei migliori quest’oggi. Soffre tanto l’ala avversaria ma tiene tutto sommato bene, e in più di una circostanza tenta l’affondo. Dal 76′ Tazza SV

Gatti 5 – Brutta la prova del centrale amaranto. Spesso assente dal gioco, perde troppi palloni in fase di costruzione e non offre sicurezza alla squadra.

Di Filippo 5 – Come il suo compagno di reparto non è parso in buona condizione ne psicologica ne fisica.

Solerio 5,5 – Il cuore e la grinta non mancano, ma spesso non bastano. Non demerita molto in fase difensiva e come il suo collega, tenta spesso di offendere sulla sua fascia di competenza.

De Francesco 5,5 – Sembra ormai un ritornello: se lui non “gira”, la Reggina è assente. Recupera qualche buon pallone a metà campo nelle prime battute di gara ma si va pian piano spegnendo e fatica quasi sempre ad impostare.

Garufi 5 – Ci mette la grinta, ma le sportellate le vincono gli avversari. Ci ha provato con qualche giocata senza successo. Dal 51′ Mezavilla 5,5 – Non incide mai, in fase difensiva non ha grattacapi.

Porcino 5,5 – Quando gioca più vicino alla linea laterale riesce a dire la sua, altrimenti si trova in difficoltà. Dal 69 Bezziccheri 5 – Non spicca nei venti minuti a lui concessi, decide di calciare a rete un pallone dai 30 metri dove forse avrebbe dovuto servire Bianchimano, messo meglio di lui.

Di Livio 5 – Le qualità ci sono, è evidente. Il calcio però è uno sport di squadra, e il pallone, soprattutto in determinate situazioni, va ceduto prima. Nonostante questo, la sua ampia visione di gioco gli permette di rimediare alla maggior parte dei suoi errori. Dal 51′ Sparacello 5 – Non riesce ad incidere e ad entrare negli schemi di questa Reggina.

Tulissi 5,5 – Una scheggia, come al solito. Una spina nel fianco, come al solito. Non riesce ad incidere il suo nome nella voce “goal” del tabellino finale, come al solito (purtroppo).

Bianchimano 4,5 – A.A.A. Cercasi. Dov’è finito Andrea? Una partita davvero brutta quella disputata dal “bomber” amaranto. Per crescere bisogna che la costanza entri a far parte di lui.