Reggina, il mese di dicembre dirà dove puoi arrivare…

Gianmario Comi realizza il goal del pareggio contro il Crotone

Brescia, Milan (Coppa Italia), Cittadella, Grosseto, Vicenza ed Empoli. Dopodiché, il 2012 degli amaranto si concluderà. Si tornerà poi in campo il 26 gennaio 2013. Un mese intero di pausa, con il calciomercato aperto, nel quale la parola passerà alla dirigenza, la quale, in una situazione economica sicuramente non facile, cercherà comunque di rafforzare una rosa apparsa troppo giovane e priva di esperienza.

In queste cinque partite, la Reggina dovrà cercare di ottenere il massimo. La classifica piange, gli amaranto sono in zona playout, a 15 punti, con il Tnas che lunedì potrebbe comunque restituire qualche punto del (-3) di partenza. Si inizia sabato a Brescia, una partita difficilissima contro una squadra che sabato scorso è stata in grado di battere il Verona di Mandorlini. Poi il 13 dicembre si va a San Siro contro il Milan per gli Ottavi di Coppa Italia, una bella esperienza per i giovani calciatori amaranto, prima di rituffarsi nel campionato lunedì 17 dicembre alle ore 19:00 contro il Cittadella. Poi la trasferta di Grosseto e le due gare casalinghe contro il Vicenza dell’ex Breda e l’Empoli di Sarri.

Insomma, in queste cinque gare, la Reggina si gioca il futuro. Per gli amaranto, lo abbiamo già detto in altre occasioni, potrebbe trattarsi di un anno di transizione con Davide Dionigi alla guida per un biennio, in attesa di un secondo anno in cui la compagine calabrese, magari, cercherà di ritornare protagonista. Occorre pazienza, la società dice di avere fiducia nel tecnico, anche se, inutile negarlo, il feeling tra il mister e la dirigenza non è più quello di inizio stagione. I tifosi, da parte loro, si sono apertamente schierati con il tecnico, credono nel suo lavoro e nel suo progetto biennale. Si va dunque, a grandi falcate, verso la chiusura di un 2012 che, così come il 2011, non è stato ricco di gioie per il tifoso reggino.